estetispa_878_arnica (2)

Arnica ... per saperne di più

Approfondimento sulle proprietà dell’Arnica

Poco presente in Italia, tranne in alcune zone montane delle Alpi e degli Apennini, l’arnica è originaria delle aree di montagna di Russia, Europa e America meridionali. L’arnica e una pianta erbacea perenne, ricca di principi antinfiammatori e antalgici e viene utilizzata dall'industria farmaceutica e cosmetica per la produzione di pomate e unguenti. Essa trova largo impiego in traumatologia e nell'ambito della medicina sportiva.

In ambito fitoterapico si utilizzano prevalentemente i fiori, ma si possono anche sfruttare tutte le altre parti della pianta: foglie, steli, radici e semi, a seconda del tipo di preparazione.

Principi attivi

Sono proprio le diverse molecole sintetizzate dell'arnica a conferire a questa pianta un impiego tanto diffuso in medicina. Tra i principi attivi più importanti si possono citare i flavonoidi, il timolo, l'arnicina, le cumarine e i carotenoidi.

 

Le proprietà terapeutiche dell'arnica

Uso interno

Solo in medicina omeopatica. Traumatologia: cura degli ematomi, delle infiammazioni, delle emorragie limitatamente estese e dei dolori post-traumatici. Cardiologia: prevenzione del rischio vascolare e protezione dei vasi capillari. Oculistica: prevenzione e trattamento delle retinopatie e della degenerazione maculare associata all'età. Chirurgia: trattamento di alcuni dolori post-operatori.

Uso esterno

Traumatologia: trattamento di contusioni, slogature, traumi, ematomi, edemi e infiammazioni post-traumatiche. Reumatologia: dolori articolari, dolori muscolari, artrosi, artrite, tendiniti. Flebologia: disturbi venosi e flebiti, insufficienza venosa e varici. Dermatologia: trattamento di punture di insetti, foruncoli, dermatosi infiammatorie.

Indicazioni terapeutiche abituali:

Trattamento di prima intenzione di traumi cutanei, muscolari e articolari. Trattamento delle infiammazioni post-traumatiche e delle ecchimosi. Trattamento delle patologie venose.

Altre indicazioni terapeutiche dimostrate:

L'efficacia della tintura di arnica, per curare alcune patologie otorinolaringoiatriche, mal di gola, angine virali e batteriche, gengiviti, ulcere aftose e dolori oro-dentali, è stata oggetto di studi clinici in virtù dell'efficacia antinfiammatoria e antibatterica.