1196_Fitoceutica_200x200px

FITOCEUTICA

Ciao ragazze,

mentre sono a casa ad occuparmi del mio piccolo "volatore di lettone", mi sono messa a fare un pò di ricerche in quanto sono incappata in un termine per me nuovo: la Fitoceutica.

 

 

Qualcuna di Voi, ne ha già sentito parlare o ha provato prodotti contenenti Fitoceutici?

 

Ecco cos'ho trovato:

 

LA FITOCEUTICA:

La fitoceutica rappresenta un’evoluzione significativa, nel senso che utilizza estratti standardizzati e titolati, ma soprattutto presenti anche in farmacopea.

In questo modo vengono adoperate molecole chimicamente ben definite, o al limite frazioni isolate omogenee.

Ecco una carrellata dei piu’ significativi ingredienti fitoceutici.

 

 

 

escina

anticellulite

esperidina

capillaroprotezione

mirtillo

,,

barbabietola

idratante

liquirizia

lenitivo

 

 

Escina

L’escina è una saponina presente nei semi dell’ippocastano (Aesculus hippocastanum), e svolge un’importante azione anti edemigena poiché interviene sulla  permeabilità capillare, riducendola.

L’ippocastano viene utilizzato in terapie mediche come flebotonico , e in cosmetica è utilizzato in modo efficace prevalentemente nei trattamenti drenanti e anticellulite.

Le sue funzioni sono:

  • azione vaso-costrittrice: l’escina agisce come un potente vasocostrittore periferico, grazie all’aumento del tono venoso, i vasi dilatati si restringono e il loro percorso tende a distendersi;
  • azione sul microcircolo: l’escina è in grado di diminuire sia il numero che il diametro dei “pori” delle pareti capillari arteriose, riducendo il passaggio dei liquidi dal capillare al tessuto (essudazione).

 

Il trattamento anticellulite necessita non solo di sostanze drenanti che intervengono sul ristagno dei liquidi, ma anche di un buon componente che aiuta a rinforzare i capillari sanguigni. Questo per evitare che peggiori il cedimento delle pareti dei capillari e che il sangue fluisca nei vasi in modo corretto, senza rallentamenti e, di conseguenza, evitare la formazione di ristagno di liquido.

 

 

Esperidina

L’esperidina è un bioflavonoide che aiuta a migliorare la salute dei vasi capillari e dei tessuti connettivi. Questa sostanza è utilizzata in farmacia per trattare lividi, vene varicose, capillari.

L’esperidina è una sostanza importante che lavora in modo sinergico con la vitamina C per proteggere  l’integrità dei vasi sanguigni e stimolare la sintesi di collagene.

È il flavonoide predominante in limoni ed arance, per questo è classificata come il bioflavonoide degli agrumi.

Anche gli occhi necessitano di un’attenzione particolare: oltre le piccole rughe che, dopo una certa età iniziano a comparire, è frequente la presenza di edemi e gonfiori . Cio’ è dovuto ad un ristagno di liquidi che deve essere drenato con sostanze che riattivano la microcircolazione e favoriscono il riassorbimento del liquido in eccesso.

In cosmetica, questa preziosa sostanza è presente nei prodotti per il trattamento perioculare e per la couperose.

 

 

Estratto di Mirtillo

Il mirtillo nero (Vaccinium mirtillus), è una frutto molto utilizzato in cosmetica,poiche’ l’estratto è ricco di antocianine di tannini e  di flavonoidi.

È noto da tempo che l’estratto secco di mirtillo svolge un’azione protettiva sui vasi venosi, dovuta alla presenza degli antocianosidi che si sono dimostrati capaci di inibire l’attività di alcuni enzimi proteolitici capaci di distruggere il collagene e il tessuto elastico (, rendendo il connettivo più stabile ed elastico.

Inoltre gli antocianosidi agiscono positivamente sulla parete dei vasi sanguigni venosi, diminuendo il livello delle glicoproteine in essi accumulate, a favorendo così la normalizzazione della resistenza e dell’elasticità della parete dei vasi.

E’ forse il derivato vegetale piu’ utilizzato per il trattamento estetico della cute sensibile e couperosica.

 

                                      

 

 

 

La barbabietola rossa(beta vulgaris) contiene una molecola particolarmente interessante: la betaina (trimetilglicina).

 

Interagisce molto bene con l’acqua, donandole proprietà chimico-fisiche speciali e

coordinando molte molecole d’acqua contemporaneamente. La betaina risulta essere un eccezionale trasportatore d’acqua. La Betaina ha  inoltre la capacità di proteggere le cellule dall’irritazione causata da agenti tensioattivi e migliora lo “skin feel” e l’effetto condizionante del prodotto. I prodotti che contengono betaina fanno sentire la pelle più morbida, setosa e si applicano più velocemente senza lasciare residui appiccicosi.

La betaina svolge una azione idratante sovrapponibile a quella dell’acido ialuronico,ma la sua derivazione vegetale la rende oggi molto interessante poiche’ a differenza dello ialuronico che è di origine animale,si colloca molto bene nelle formulazioni’’green’’oggi tanto apprezzate.

 

 

                                       

 

 

L’uso della liquirizia (Glycyrrhiza glabra) in campo cosmetico sta aumentando rapidamente. Le creme con estratti della radice di liquirizia hanno un effetto calmante per la pelle e sono utili per gli eczemi, in virtu’ della presenza dell’acido 18 beta glicirretico,potente antiinfiammatorio naturale cortisonosimile.

 

                                                  

 

 

 

Altre sostanze attive sono: saponine triterpeniche, flavonoidi, isoflavonoidi, derivati cumarinici, derivati idrossicumarinici  e fitosteroli.

L’estratto secco di liquirizia è sovente usato in preparazioni per il trattamento di dermatosi, ha un effetto lenitivo con un buon effetto cicatrizzante, pertanto viene spesso usata in per la pelle  couperosica, acneica e per aumentare la luminosità della cute.

 

 

Spero di esservi stata utile!

Alla prossima

 

La Vostra Valentina

 

 

 

Pubblicato il 18/02/2016

Estetispa - Il Portale Italia dedicato all'Estetica Professionale