mirtillo nero 3

Mirtillo nero - Approfondimento

Le benefiche proprietà del Mirtillo Nero

Si chiama Vaccinium Myrtillusm ma noi lo conosciamo come Mirtillo Nero, è un frutto tipico del sottobosco predilige un terreno siliceo e quindi acido, di mezza montagna, lo si può trovare in tutto l’emisfero settentrionale. Già in antichità veniva utilizzato per curare diverse patologie, gli studi attuali attestano che queste piccole bacche, sarebbero dotate di un enorme quantitativo di sostanze antiossidanti in grado di prevenire patologie cardiovascolari.

Le proprietà del mirtillo nero 
Il mirtillo nero è quello maggiormente ricco di principi salutari. Infatti contiene zuccheri e molti acidi tra cui  l’acido folico (una vitamina molto importante per le innumerevoli funzioni che svolge), contiene tannini e glucosidi antocianici, i quali oltre a dare al frutto il suo caratteristico colore, riducono la permeabilità dei capillari e ne rafforzano la struttura. Le antocianine infine, presenti in grandi quantità, si sono dimostrate capaci di inibire l’attività di alcuni enzimi proteolitici deputati alle distruzione del collageno, quali le elastasi e le collagenasi; sono proprio le antocianine a dare, al Mirtillo nero, quell’azione flebo protettiva in grado di  rafforzare il tessuto connettivo che sostiene i vasi sanguigni migliorandone, inoltre elasticità e tono. Riescono anche a svolgere un’azione antiemorragica nonché contro i radicali liberi. Tutte questa sostanze favoriscono e aumentano la velocità di rigenerazione della porpora retinica, migliorando la vista specialmente la sera, quando c’è poca luce. Infine, studi recenti indicano che il Mirtillo Nero ha un azione sul metabolismo dei carboidrati e dei lipidi, riducendo la glicemia e i livelli di trigliceridi.

(bibliografia: Antonello Sannia Fitoterapia Moderna, Medicina naturale Tecniche Nuove