Art_105_Peeling

Trattamento bellezza viso - Pulizia del viso

 

Così scontata ma non sempre suggerita

 

La pelle del viso e del collo si mantiene fresca e rilassata conducendo una vita serena e all'aperto, mangiando molti frutti, ortaggi e cereali. Ogni giorno esposta a smog, trucco, freddo, sole. Spesso non ci prendiamo abbastanza cura di essa e…i risultati si vedono. Soprattutto la stagione invernale mette a dura prova la pelle del viso, vittima delle aggressioni del freddo, del vento, dell'umidità e dell'inquinamento. L'epidermide ha bisogno di protezione, pulizia e nutrimento per conservare tono e compattezza e arrivare, così, preparata alla stagione più mite, quando affronterà la fase del rinnovamento cellulare. L'inverno, infatti, è uno dei momenti più delicati dell'anno. In questo periodo, a causa del clima non c'è il consueto ricambio delle cellule dell'epidermide e la pelle del viso si opacizza a causa delle cellule epiteliali morte, che si depositano e stratificano nello strato superficiale dell'epidermide creando una sottile patina che copre la naturale luce della pelle ostruendone i pori e precludendone il normale ricambio. Ecco allora che i vostri Clienti si rivolgono a voi (se non lo fanno suggerite voi questo trattamento) per la consueta pulizia del viso, con il desiderio di riconquistare una carnagione rosea e uniforme, una pelle morbida e levigata, una cura rigenerante per il viso che darà risultati esaltanti. 

Nel percorso di questo tipo di trattamento estetico è bene iniziare con la suddivisione dei vari tipi di pelle, così da poter decidere quali prodotti utilizzare in base ai bisogni di ogni Ospite.

Pelle normale: presenta un tono omogeneo, non ha imperfezioni visibili, né zone unte o di pelle che si squama. Per mantenerne il naturale equilibrio è sufficiente un regime di bellezza base, ricordando comunque di non trascurarla;

Pelle sensibile: in genere è secca, delicata e soggetta a reazioni allergiche. Gli sbalzi di temperatura, alcuni tipi di detergenti, i cosmetici e l’alcool possono causare irritazione e conseguenti arrossamenti, chiazze e capillari a vista. Per questo tipo di pelle è consigliabile utilizzare prodotti privi di allergeni potenziali come fragranze o schermi solari PABA (acido para-aminobenzoico);

Pelle grassa: caratterizzata da una sovrapproduzione di sebo che provoca il formarsi di macchie e sfoghi. E’ consigliabile evitare prodotti troppo aggressivi che eliminano il sebo, ma allo stesso tempo predispongono la cute all’esquamazione o prodotti che lasciano la pelle tesa e disidratata. Indicati prodotti a base di oli che sciolgono il sebo e per evitare l’effetto lucido ricorrete ad idratanti non oleosi;

Pelle secca: dovuta ad una bassa produzione di sebo, può diventare sensibile molto facilmente a causa di vento, sbalzi di temperatura o aria condizionata. Per evitare grossi problemi dovreste utilizzare sulla pelle dei vostri Clienti prodotti ricchi di principi idratanti, detergenti cremosi o oleosi e ricordarvi soprattutto di evitare i prodotti con versioni solubili in acqua poiché questi potrebbero aggravare la secchezza della cute.

Per capire quale tipo di pelle state per andare a trattare, la prima cosa che dovrete fare con il vostro Cliente sarà una diagnosi della pelle, che può avvenire attraverso specifici macchinari, come la Lampada di Wood. Superata questo primo passaggio, inizia la pulizia del viso vera e propria. Ecco le fasi principali:

Detersione: aiutandovi con un detergente adatto alla tipologia cutanea rimuovete ogni traccia di trucco, smog e altri tipi di impurità; 

Tonificazione: utilizzate una lozione tonica analcolica (è sempre importante tener conto della tipologia di pelle) e picchiettatela su tutto il viso, collo e decolletè;

Peeling o gommage: durante questa fase applicate un peeling (contenente enzimi, AHA o BHA etc...) o un gommage per favorire il distacco delle lamelle cornee superficiali che mescolandosi al sebo e alle impurità formano un tappo che blocca l'ostio follicolare causando la formazione del comedone; 

Vaporizzazione: arrivate a questo punto il passaggio più importante è quello che consiste nel vaporizzare tutta la parte da trattare in modo da dilatare i pori e facilitare il lavoro successivo, preparando la pelle all'eliminazione manuale delle impurità e dei comedoni; 

Eliminazione manuale accurata e delicata di comedoni e impurità;

Applicazione di un siero concentrato adatto al tipo di pelle ad effetto: calmante/disarrossante, sebo-equilibrante, idratante/nutriente, tonificante/restitutivo; 

Applicazione di una dose di crema adatta al tipo di pelle per eseguire un accurato massaggio manuale, idratare, nutrire; 

Esecuzione del drenaggio linfatico del viso e del collo utilizzando una speciale apparecchiatura studiata per l'esecuzione di questa tecnica; 

Applicazione della maschera* personalizzata adatta al tipo di pelle (maschere di argille ad effetto calmante ed assorbente, maschere/gel arricchite con fitoestratti e complessi vegetali, maschere/crema con effetto idratante ed emolliente etc.); 

Eliminazione dei residui di maschera e tonificazione; 

Conclusione del trattamento con l'applicazione di un cosmetico idratante/protettivo secondo la tipologia cutanea.

*Per quanto riguarda le maschere viso ricordate che…

…quelle arricchite di fanghi e argille sono ideali per pulire a fondo la pelle, poiché contengono ioni di carica negativa che attirano le impurità di carica positiva;

…quelle a base di gel indurendosi formano una pellicola che, una volta tolta con l’acqua, si porta via tutte le cellule morte;

…quelle molto cremose, cioè quelle che non solidificano facilmente, sono adatte alle pelli secche e mature;

…quelle a base di zolfo sono consigliabili per pelli grasse e con problemi, mentre sono totalmente sconsigliate su pelli sensibili e secche.